Buoni propositi: obiettivi o valori?

articoli Leave a Comment

Quando si parla di buoni propositi per l’anno appena iniziato, il rischio è quello di cadere nella trappola di fissarsi degli obiettivi vaghi, indefiniti, irrealistici e non ben stabiliti nel tempo. Il problema maggiore si presenta quando i propositi non sono in linea con i nostri valori e con quello che è realmente importante per noi e, invece, prendono spunto principalmente da quello che pensiamo di dover fare o che gli altri vogliono che facciamo.

È sicuramente importante stabilire degli obiettivi intelligenti, cioè dall’acronimo inglese smart, Specifici, Misurabili, Accessibili, Rilevanti e Temporalmente definiti. (Per approfondire v. l’articolo sugli obiettivi SMART).

Ma quello che vorrei proporti, in linea con i principi dell’ACT, è di soffermarci sull’aspetto dei valori: fare in modo, che i nostri buoni propositi siano motivati da quello che è importante per noi.
E quindi che non siano più di tanto, o solo, degli obiettivi da raggiungere, ma piuttosto una direzione da seguire.
Una strada che percorriamo con azioni e comportamenti che abbiano delle qualità per noi significative e importanti.

Vediamo come:

1. _Parti, innanzitutto, dal notare se nel 2017 hai viaggiato lungo un percorso che ha funzionato per te oppure no. In quest’ultimo caso, è importante fermarsi e riadattare la direzione dei tuoi passi, in modo che tu possa mettere un piede davanti all’altro verso quella nuova direzione.

2._Puoi dare uno sguardo alle varie aree della tua vita, come salute, lavoro, relazioni, famiglia, spiritualità, cura di sé, tempo libero, ecc, e notare se sei andato nella direzione indicata dai tuoi valori, da quello che è importante per te?

3._Nel 2018 in quale direzione vuoi andare nelle aree di vita a cui tieni?
Che tipo di persona vuoi essere e che qualità vuoi che abbiano le tue azioni e il tuo comportamento?

NB: non è importante quanto veloce tu vada o che tu raggiunga esattamente il risultato che ti aspettavi. Ciò che importa, è che tu conosca la direzione verso cui vuoi andare e che tu inizi a dirigerti, facendo un piccolo passo alla volta.
Per esempio, invece di fissarti l’obiettivo di perdere 10 kg prima del prossimo matrimonio a cui parteciperai in primavera, potresti decidere di andare nella direzione di un corpo sano, se la salute e il benessere fisico rientrano fra le cose a cui tieni.
In altre parole, prova a stabilire le tue intenzioni piuttosto che gli obiettivi: focalizzandoti su quelli che sono i tuoi valori, cioè quello che conta per te, invece che su obiettivi e risultati, è più probabile che tu ottenga soddisfazione e senso di efficacia fin da subito.

4._ Misura il successo dei tuoi buoni propositi in base alla direzione verso cui stai andando e non il risultato: chiediti “Ho agito secondo i miei valori e verso quello che è importante per me?” piuttosto che chiederti “Le cose stanno andando come voglio che vadano?”.

Lascia andare l’approccio orientato al controllo del risultato. Focalizzati invece su quello che tu puoi controllare, cioè le tue azioni e la tua direzione. Tutto quello che serve è essere consapevoli di dove stiamo andando ed eventualmente riaggiustare la direzione. In questo modo, sarai già soddisfatto, perché quello che conta non è la meta, ma il percorso, il viaggio che fai per arrivarci.

 

Con la Mindfulness puoi notare se sei sul percorso o se stai facendo una deviazione.
Con l’ACT puoi indirizzare le tue azioni verso i tuoi valori.
E con gentilezza, auto- benevolenza e coraggio, compierai i passi verso quello che è importante te.

 


Se per caso, uno dei valori verso cui vuoi dirigerti nel 2018 ha a che fare con l’aumento della consapevolezza e del benessere psicologico, potremmo fare alcuni tratti di viaggio insieme!

Per dare il buon esempio, sto già compiendo i primi passi nella direzione dei miei valori condivisione e promozione del benessere psicologico, e ti anticipo alcune delle azioni che ho in programma:

• creare corsi online di ACT per “conoscere e padroneggiare la mente e il rimuginio” e per “entrare in contatto con le proprie emozioni e imparare a gestirle”
• rendere disponibile un’App per rendere la Mindfulness un’abitudine quotidiana alla portata di tutti.

E, mantenendo fede al proposito di partire dalle azioni nel presente, già da ora rendo disponibile gratuitamente la prima lezione del corso online MindACT, cioè il percorso completo e intensivo di Mindfulness e ACT per conoscersi meglio, gestire stress, pensieri spiacevoli ed emozioni difficili

Vai alla prima lezione gratis di MindACT

Inoltre, ho appena attivato il corso online “Mindfulness – primi passi verso la consapevolezza” che consiste in lezioni di 10 minuti al giorno, con pratiche guidate per iniziare a conoscere concretamente gli strumenti fondamentali della Mindfulness, in maniera graduale e senza sforzo.
Guarda il video del corso in anteprima gratuita!

Vedi l’anteprima del corso